pasta con i tenerumi

Pasta con i tenerumi

Pasta con i tenerumi

Nella Sicilia occidentale, e in particolare nella provincia di Palermo, la Pasta con i tenerumi è un appuntamento tanto irrinunciabile quanto “temuto”.  Prima di spiegarne il perché, dato che parliamo di un alimento sconosciuto ai più, chiariamo brevemente che i tenerumi altro non sono che le pampine, le foglie della pianta della zucchina lunga. Al tatto si presentano molto morbide e ricoperte da una leggera peluria; si ha quasi la sensazione di stare maneggiando delle pezze di flanella. Mentre nel resto d’Italia sono considerati scarti da eliminare i siciliani sono riusciti ad apprezzarli così tanto da realizzare un piatto dalla dolcezza indescrivibile.

Ora, l’anzidetto timore che incute la pasta con i tenerumi deriva dalla circostanza che va mangiata d’estate, quando sono disponibili i tenerumi, e la colonnina di mercurio staziona normalmente tra i 35 e i 40°. Insomma si tratta di una prova di coraggio in cui emerge il carattere del siciliano doc che, a dispetto delle circostanze avverse, non vede l’ora di sottoporsi alla prova perché cosciente di accingersi a gustare uno dei piatti più buoni della cucina siciliana.

Di questa ricetta esistono moltissime varianti. Chi non mette i pomodori e la fa solo bianca, chi aggiunge a cucuzza longa, chi le patate, chi la cipolla, chi usa gli spaghetti spezzati dopo che sono stati messi dentro un canovaccio e chi la margherita (sempre spezzata).

Se questa ricetta ti è piaciuta clicca QUI per provare altre ricette di Zuppe e Minestre.

pasta con i tenerumi

pasta con i tenerumi

pasta con i tenerumi

 

Valutazione ricetta

  • (4.8 /5)
  • 3 ratings

Condividi

Ricette Correlate