Brioche siciliana col tuppo

Brioche siciliana col tuppo

Brioche siciliana col tuppo

La Brioche siciliana col tuppo è un’altra delle tante cose buone che la pasticceria siciliana ci offre. Buona sia a colazione che a merenda i siciliani la gustano con la granita al limone al caffè o di gelsi oppure ripiena col gelato. Ma se volete anche con un semplice cappuccino, un tè oppure da sole.

Per me la brioche è sinonimo di estate, di marina, del chiosco del sig. D’anna dove mi recavo la mattina con il bicchiere di vetro che facevo riempire di granita al limone assieme a una calda brioche col tuppo. Da buona siciliana la prima cosa che facevo era quella di staccare il tuppo, annusarlo profondamente e immergerlo nella granita: non esiste altro modo di mangiare la brioche siciliana col tuppo.

Su internet vengono proposte ricette i cui ingredienti prevedono aromi a base di scorze d’arancia o di limone; personalmente non sono d’accordo perché, a seconda del gusto del gelato, possono alterare il sapore di quest’ultimo. D’altro canto queste brioche sono così naturalmente profumate, leggere e buone che esagerare con aromi eccessivi potrebbe anche sortire un effetto fastidioso.

Provate a realizzare questa ricetta e vi accorgerete dell’abisso esistente con quelle comprate nei panifici. Magari non fatene  20 per volta come faccio io, anche se si conservano abbastanza bene per un paio di giorni sigillate dentro i sacchetti  per alimenti e buon divertimento.

Valutazione ricetta

  • (0 /5)
  • 0 ratings

Condividi

Ricette Correlate